Road to Nova Eroica

 

Lo ricordo benissimo quel discorso di Brocci del 2 ottobre 2010, era la mia prima Eroica, ed all’epoca la mia passione sfrenata per le biciclette d’epoca mi aveva portato a Gaiole in Chianti per correre su quelle, che ancora non conoscevo, Strade Bianche.

Ecco, le Strade Bianche, è stato il tema che Giancarlo ha snocciolato più volte durante la presentazione della gara che si sarebbe corsa il giorno seguente. L’obiettivo che si prefiggeva era la salvaguardia di questi chilometri e chilometri di strada non asfaltata, poco battuta, se non da chi attorno ci lavora la terra; mi ha affascinato, mi ha fatto ricordare tutte quelle vie nei campi attorno alla mia città natale, Bergamo, di quando da piccoli erano il nostro campo da gioco, per correre per pedalare, per giocare al pallone.

 

Stelbel Eroica

 

Questo ricordo, oggi mi ha spinto a riempire una borsa con lo stretto necessario e pedalare da Bergamo a Buonconvento, seguendo il corso dei fiumi, su di un tracciato fatto di strade secondarie e strade bianche; così il 25 Aprile, anniversario della Liberazione, io Maicol ed Alessio, in sella alle nostre bici Stelbel in acciaio abbiamo seguito il fiume Serio fino a Crema per poi arrivare a Piacenza, ultima provincia Emiliana. Seguendo controcorrente il fiume Trebbia, siamo saliti al Passo della Forcella nella Val d’Aveto per poi scendere giù fino al mare, a Chiavari, prima città costiera del nostro viaggio. Delle giornate piene di sole ci hanno accompagnato nel sali e scendi delle stupende Cinque Terre, fino a Lerici prima di arrivare in Toscana, sul lungomare di Marina di Massa, Forte dei Marmi ed infine Viareggio; un passaggio in Piazza del Duomo a Pisa era d’obbligo, districandosi fra turisti che sorreggono la torre di Pisa, calessi e taxi ci siamo addentrati nel territorio toscano, puntando su Volterra ultima tappa di un tragitto lungo circa 530km prima di arrivare alla meta, Buonconvento.

 

Stelbel Nina

 

Pappa al pomodoro, lampredotto ed una bella bottiglia di Chianti da condividere con gli amici erano le cose che più desideravamo dopo questo viaggio, la giusta carica per affrontare il giorno seguente i 135km del tracciato di Nova Eroica.

 

Stelbel Team

 

Il meteo perfetto, l’organizzazione impeccabile ed i ristori da veri Eroici hanno reso questa nostra prima Nova Eroica un’esperienza che auguro a chiunque di poter fare, ma il viaggio, attraverso questo magnifico paese è un qualcosa che ti cambia il modo di andare in bici.

 

Stelbel Road To Nova Eroica

 

Alessandro Caccia